Home » Cyberbullismo

Category Archives: Cyberbullismo

Iniziativa Rai ragazzi

Per un anno scolastico felice, in cui ci sia spazio per tutti, Rai Ragazzi propone “Babou”, un cortometraggio animato, in onda da lunedì 9 a lunedì 16 settembre su Rai Yoyo e Rai Gulp e sulle piattaforme Rai Play e RaiPlay Yoyo.
Quando c’è una decisione da prendere, ascolta il tuo cuore senza farti condizionare dal clamore degli altri: è questo il significato di “Babou”, che in meno di due minuti, passando dal bianco e nero al colore, riesce a toccare temi importanti, come il bullismo e il coraggio.
Babou è una bambina come tante, che ha la tendenza a seguire i comportamenti degli altri, ma una mattina, nel cortile della scuola, ha un’illuminazione e capisce che è il momento di fare per prima un passo avanti.
Il cortometraggio, prodotto dallo studio francese Miam, andrà in onda in diverse fasce orarie nei giorni in cui inizia il nuovo anno scolastico.

“Adotta un Bullo” è online

link video: https://youtu.be/q0jBfdN-cjQ

lo spot contro il bullismo realizzato dagli alunni della III C del Liceo Scientifico Lorenzo Mossa è su Youtube.
Il video, interamente realizzato dai ragazzi, fa parte di un progetto più ampio che li ha impegnati per oltre un anno, e che li ha visti protagonisti di lezioni peer to peer che hanno portato nelle classi prime.

CHI STA BENE CON SE STESSO NON HA BISOGNO DI PRENDERSELA CON NESSUNO
Il video vuole trasmettere diversi messaggi, il più importante dei quali va proprio a chi soffre per prepotenze ed angherie. Alle vittime si vuole dire con forza che il problema non sono loro: ognuno ha diritto di essere quello che è. Chi è vittima di bullismo spesso non ne parla con gli adulti perché si colpevolizza,o si convince di essere debole, ma i bulli scelgono le proprie vittime spesso a partire da situazioni occasionali e lo fanno perché vivono un disagio spesso inconfessato.
Adotta un bullo, poi, vuole rivolgersi a chi mette in atto azioni ripetute contro i propri pari, che siano fisiche o psicologiche, a volte pensando di fare semplicemente degli scherzi innocenti, senza accorgersi di generare sofferenza.
Ma il messaggio più forte è rivolto a chi, inconsapevolmente, alimenta queste dinamiche: gli spettatori, i compagni di classe che vedono ma fanno finta di nulla, che comprendono quanto sia sbagliato ma non intervengono, magari perché temono di subire ripicche, o che, peggio, ridacchiano. Sono loro ad alimentare questi processi, a far sì che il bullo si senta forte, temuto, simpatico e la vittima, invece, isolata e abbandonata. E quindi è a loro che si chiede di Adottare il bullo, di guardarlo per ciò che veramente è: una persona che non sta bene con se stessa e per questo ha bisogno di prendersela con qualcuno.

Niente trappole! Il bullismo fa male a tutti

NoTrap! (Noncadiamointrappola!) è un programma di prevenzione del bullismo e del cyberbullismo rivolto ai ragazzi delle scuole medie e superiori. Con un linguaggio semplice e diretto affronta il problema del Bullismo, che fa male a tutti, anche a chi non lo subisce ma semplicemente lo vive da spettatore.
È stato ideato e sperimentato dal Laboratorio di Studi Longitudinali in Psicologia dello Sviluppo dell’Università di Firenze, coordinato dalla Prof.ssa Ersilia Menesini.

www.notrap.it

la Fondazione Carolina, per le vittime di Cyberbullismo

A Carolina è dedicata la prima legge in Europa contro il cyberbullismo. Grazie a Carolina non è più possibile banalizzare l’odio nel web come semplici ragazzate: lo ha stabilito il primo processo in Italia su cyberbullismo. A cinque anni dal suo tragico gesto nasce la Fondazione che porterà il suo nome.

La Fondazione raccoglie la sfida di Paolo Picchio, il papà di “Caro”, per aiutare i ragazzi che, sempre più in tenera età, si fatto del male tra loro usando la rete in maniera distorta e inconsapevole.

Un supporto alle famiglie e alla comunità, per garantire ai genitori, agli educatori e tutti i coloro che hanno responsabilità educative, il diritto alla cura, al recupero e all’armonia alle nuove generazioni. Perché anche la dimensione digitale delle relazioni deve ritrovare una sana autenticità. Il concetto di community non può esulare dai valori che ci rendono ‘umani’.

decalogo #aprovadisocial

posta responsabilmente!!

sid-oratori

Il video sul Cyberbullismo e le sue conseguenze, ispirato alla vicenda, reale, di Carolina Picchio

Mytutela: in arrivo un’app per smascherare i bulli

Un gruppo di sviluppatori italiani ha messo a punto un’applicazione che potrebbe rivelarsi utile nella lotta contro i bulli: si chiama Mytutela e sarà disponibile per Android entro la fine dell’anno. E’ un’app pensata per la tutela delle vittime di stalking, molestie, bullismo, che spesso rimangono nell’ombra e non denunciano  per paura di non essere credute. Mytutela vuole rendere semplice il processo di denuncia per stalking ed agire da deterrente per chi tenta, attraverso gli strumenti di comunicazione digitale che attenuano il senso etico e l’empatia, di recare violenza ad un’altra persona. Questa applicazione, infatti, permette di stampare dei report da portare direttamente alle autorità, in fase di denuncia, senza dover ricorrere ad un perito informatico, facendo risparmiare tempo, energia e soldi delle costose perizie tecniche.Il sistema è molto semplice, vengono registrate e memorizzate le telefonate fino a che l’utente non decide di cancellarle. Inoltre, il software lancerà degli alert in caso nella discussione vengano pronunciate parole ricorrenti nel linguaggio degli stalker e bulli, ad esempio: “lo dico a tutta la scuola”, “ti uccido” e simili. Le parole memorizzate sono un migliaio. Inoltre, altri alert indicheranno se le chiamate effettuate da uno stesso numero sono troppe indicando i tipi di reato cui il chiamante va incontro.

mytutela.app

REGOLAMENTO PREVENZIONE BULLISMO E CYBERBULLISMO

REGOLAMENTO PREVENZIONE BULLISMO E CYBERBULLISMO

Basta Bufale, decalogo per riconoscere le fake-news

Noi siamo Pari

In occasione del lancio del Piano nazionale per l’educazione al rispetto partirà il rinnovo e l’ampliamento del portale www.noisiamopari.it, realizzato dal MIUR per raccogliere contributi, materiali didattici e proposte di nuovi percorsi formativi pensati per le insegnanti e gli insegnanti, per le studentesse e gli studenti e per le famiglie, con la finalità di avviare attività di contrasto agli stereotipi e alle discriminazioni.

 

www.cyberbullismo.com

Sito curato dall’IFOS, Centro studi per la famiglia, l’infanzia e l’adolescenza, dal quale è possibile scaricare, in formato pdf, utili ed efficaci GUIDE sul Cyberbullismo rivolte a ragazzi, genitori e docenti. Si può trovare anche un numero di telefono al quale rivolgersi per ottenere assistenza psicologica, pedagogica e giuridica gratuita.

http://www.cyberbullismo.com/

Generazioni Connesse

Generazione connesse – safer internet center è il progetto coordinato dal MIUR che si propone quale punto di riferimento nazionale per le tematiche relative alla sicurezza in rete e al rapporto tra giovani e nuovi Media

http://www.generazioniconnesse.it/site/it/safer-internet-centre/

Incontro per GENITORI: tutelare la vita virtuale dei figli – 14 dicembre 2017, organizzato dalla Scuola Media n.2. c/o ist. istr. sup. Amsicora ore 15.00-18.00

genitori.cyber

Le tutele per le vittime di cyberbullismo introdotte dalla legge 71/2017- infografica

Infografica+-+Legge+n+71+2017+sul+cyberbullismo

Cyberbullismo a scuola

Nella Gazzetta del 3 giugno scorso è stata pubblicata la Legge 29 maggio 2017 n. 71 recante “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo” da oggi in vigore… leggi tutto

cyberbullismo